A Biella per gustare il formaggio Toma con l’alpinista Enrico Rosso

Il nome della pianta Betulla o quello del dio celtico della vegetazione Biel potrebbero essere all’origine della denominazione Biella, centro circondato da montagne ricche di sorgenti. Biella si trova a nord del Piemonte, ai piedi delle Alpi Biellesi, i suoi luoghi sono molto frequentati dagli appassionati di sport all’aria aperta, dall’alpinismo allo sci, dal trekking al cicloturismo. È biellese Quintino Sella, che nel 1863 ha fondato il CAI, Club Alpino Italiano. È di Biella Enrico Rosso che in perfetto “stile alpino”, senza corde o campi fissi in parete, ha conquistato le vette più difficili dell’Himalaya. Con lui proviamo la polenta concia, piatto tipico della zona. Nel dopoguerra la gente ha bisogno di piatti calorici e poco costosi. Ecco allora la polenta concia, preparata in un paiolo dove veniva mischiato a farina di mais e acqua bollente formaggio vaccino (anche le croste). Oggi è una specialità ricercata e tradizionale che si prepara con la Toma biellese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *