A Sulmona fioriscono i confetti d’Abruzzo

Gli antichi romani usavano mangiare i confetti per festeggiare una nascita o un matrimonio, i nobili ricoprivano le mandorle con miele indurito, i bizantini li gettavano al popolo a carnevale, il medico arabo Al Razi ricopriva con un guscio dolce la medicina amara. Tante le teorie sulle origini del confetto che diventa come quello moderno nel 1400, quando viene utilizzato lo zucchero. A Sulmona, in provincia de L’Aquila, nasce la più antica confetteria italiana. Nel XV secolo le suore del Monastero di Santa Chiara legavano i confetti con fili di seta e decoravano così fiori e rosari.

Rispondi