Il peperone “crusco” rende famoso l’abitato di Senise

La gente del posto lo chiama “Zafaran”, ovunque è conosciuto come “Peperone di Senise”, dalla forma appuntita e sottile, dal colore verde o rosso, dal gusto dolce. Si produce appunto nel comune di Senise, sull’Agri e la valle del Sinni, fiume della Basilicata. E’ raggruppato in collane che arrivano anche a 2 metri di lunghezza e preparato fresco, secco o in polvere. Si fa essiccare al sole e si consuma dopo essere fritto in olio bollente. Ecco il peperone “crusco”, croccante, che accompagna insalate, formaggi, verdure.

Lascia il tuo commento