Alla Juve il primo atto della sfida-Scudetto con la Roma

Ha ragione Totti quando dice che sono stati gli episodi a decidere il risultato di Juventus-Roma, la partita fra le più forti squadre del nostro campionato. Il capitano giallorosso, l’unico italiano fra i suoi in campo dal principio, non vuole essere squalificato e non esprime giudizi sulle decisioni dell’arbitro Rocchi, tre rigori frettolosamente concessi e altrettante espulsioni decidono a favore dei bianconeri il big-match della sesta giornata. Anche il gol di Bonucci, quello del 3-2, del definitivo sorpasso, viziato da un fuorigioco considerato ininfluente di Vidal. Veleni a parte contro la Roma la porta della Juventus subisce i primi gol della stagione. A proposito di reti: il Milan condivide con la capolista il record di migliore attacco (13 all’attivo) ed è quinto. Crisi in casa Inter, battuta 3-0 da una bella Fiorentina. Rapporti sempre più tesi fra Mazzarri e i tifosi nerazzurri dopo la quinta partita in trasferta senza vittorie. Un allenatore che sembra avere invece ritrovato un po’ di serenità è Benitez. Contro il Torino è arrivata la terza vittoria consecutiva del suo Napoli (compresa quella di Europa League), prima al San Paolo. Crisi finita? Lo sperano i tifosi, anche quelli che contestano Insigne, zittiti dal campo: sua la rete del pari e l’assist per il sorpasso di Callejon.

Juve_Roma

Rispondi