Balotelli, un anno e mezzo di Milan

31 gennaio 2013: Mario Balotelli firma un contratto con il Milan e torna in Italia dopo tre stagioni trascorse in Inghilterra e la media di quasi un gol ogni due partite al Manchester City. E’ subito Balotelli-mania. Il popolo rossonero è in festa……

Balotelli aveva dimostrato simpatia per il Milan anche quando indossava la maglia dei cugini dell’Inter, diventando subito l’idolo di buona parte della tifoseria rossonera. Nella gara d’esordio con l’Udinese segna la doppietta che vale la vittoria. Difficile il suo rapporto con gli arbitri. Spesso squalificato per le sue frasi ingiuriose, viene preso di mira dalle tifoserie avversarie.

A Roma l’arbitro Rocchi sospende per un minuto e mezzo la partita per i cori razzisti dei tifosi giallorossi. Nel primo mezzo campionato giocato con il Milan mette insieme 13 presenze e segna 12 reti. Un bottino che permette alla squadra di Allegri di chiudere al terzo posto e di partecipare ai preliminari di Champions.

La seconda stagione di Balotelli al Milan non è di quelle da incorniciare, anche SuperMario risente della crisi tecnica della squadra, passata dalla guida di Allegri a quella di Seedorf, con il quale dimostra di avere da subito un buon feeling. Che si incrina dopo le prime sostituzioni. A Napoli finisce la partita in panchina e in lacrime.

Il 19 aprile 2014, a San Siro, il Milan batte 3-0 il Livorno. Apre le marcature Balotelli, a due minuti dal riposo. E’ il suo ultimo colpo di testa in rossonero.

Allenamento Torino - Stagione 2013 2014

Lascia il tuo commento

Vai alla barra degli strumenti