Calcio e cibo: binomio da esportazione

Il pranzo della domenica e poi la partita di pallone allo stadio, una tradizione legata al calcio romantico i cui protagonisti principali sopravvivono ancora oggi. Anzi, in Italia godono di ottima salute e sono più forti che mai: il calcio e il cibo. “Vito Romaniello ha messo insieme due straordinari ambasciatori del nostro Paese e della sua capacità di innovare, di essere creativo – conferma con entusiasmo Maurizio Beretta, presidente della Lega Calcio di Serie A – è anche una testimonianza della forte predisposizione di questi mezzi a portare in giro per il mondo i valori dell’Italia. Credo che siano due settori in grado di svolgere un ruolo positivo oggi e in futuro, magari con qualche sinergia”.

Ecco perchè il presidente Beretta ha bene accolto Italia Foodball Club, un progetto che sposa il calcio e lo sport in generale con la cucina: “In Italia sono due realtà con un fortissimo radicamento, anche locale – conclude Beretta – spesso riescono a combinare queste radici con una dimensione nazionale prima e globale poi. Penso che sia giusto usare queste leve, molto importanti e positive, per raccogliere consensi in Italia e in giro per il mondo”.

IFC_Interviste_Beretta

Lascia il tuo commento

Vai alla barra degli strumenti