L’Italia mangia bene, senza rinunciare al gusto

Il clima brasiliano, il caldo torrido e l’umidità, rendono importante la dieta per chi partecipa al Mondiale 2014. Piatti leggeri e di facile digestione, pollo (16 kg a settimana saranno serviti ai calciatori della Nazionale italiana), pasta, frutta e verdura, pesce sono nel menù degli azzurri. La pasta è proposta al pomodoro, con pesto, ricotta; il risotto al radicchio, prosciutto crudo, gamberi e zucchine, radicchio e noci. Carne bianca, straccetti di pollo e rucola, salmone e pesce spada sono i secondi preparati dal cuoco della Nazionale, accompagnato da due nutrizioniste. “E’ necessario apportare sia carboidrati che proteine – ha spiegato il medico della Nazionale italiana Luca Gatteschi – il calcio è infatti uno sport con impegno energetico considerevole. Per noi è fondamentale varietà e qualità, senza rinunciare al gusto: è finita l’epoca in cui gli atleti erano costretti ad un’alimentazione monotona e proponiamo sempre diverse alternative per favorire le preferenze individuali dei calciatori”.

2014_Mondiale

Lascia il tuo commento