Le polpette, un “povero” piatto, ricco di sapore e tradizione

Il termine “polpetta” potrebbe derivare dal taglio di carne tenero che alle origini veniva utilizzato per questo piatto, la polpa di vitello o di cervo. E’ un piatto semplice da realizzare, una volta prezioso per recuperare carne lessa avanzata in maniera saporita con spezie, aromi e sugo, legata con uovo e pangrattato. Una volta impastate le polpette vengono lavorate fino a quando non raggiungono una forma tonda e poi fritte nell’olio o cotte nel forno. Per questo un piatto da considerare povero? Secondo un ricettario del 1450 la polpetta (che somiglia di più a un involtino) è invece piatto per nobili considerata la bontà della carne utilizzata (la polpa). E’ un piatto presente in tutta Italia, con varianti a seconda delle regioni. Il polpettone è la sua versione più “consistente” e può essere fatto anche con pesce e verdura (melanzana in particolare).

IFC_Polpette

Lascia il tuo commento