In Emilia Romagna vino e calcio vanno insieme

Nasce un nuovo format dedicato alla comunicazione e alla promozione dei vini emiliano romagnoli attraverso la metafora del calcio. Il progetto di sviluppa in tre grandi momenti.

Il primo vede protagonisti un gruppo di professionisti degustatori di vino, giornalisti e comunicatori italiani e stranieri, che si riuniranno per assaggiare alla cieca ciascuno una tipologia di vino. Quello che accomuna le differenti tipologie è di derivare tutte da un vitigno autoctono dell’Emilia Romagna. Lo scopo della degustazione sarà redigere undici squadre “monovarietali” dei migliori assaggi secondo ciascun degustatore. I risultati verranno svelati da Gazzetta dello Sport, in occasione di Vinitaly 2018 come un vero e proprio campionato a squadre.  

Seguirà nel corso della seconda parte del 2018 un evento di degustazione con protagonisti tutti i vini che hanno aderito all’iniziativa; sarà aperto al pubblico dei winelover con degustazioni libere e guidate con focus mirati a conoscere più da vicino le varietà in questione.

Per tutto l’anno l’Emilia Romagna e i suoi vini verranno raccontati su web attraverso i principali social network e il blog di Enoteca Regionale Emilia Romagna. Secondo attore di questa iniziativa è Luca Gardini, il sommelier romagnolo che nel 2010, a ventinove anni, ha fatto parlare di sé diventando campione del mondo dei sommelier. Terzo attore è il matching tra gli allenatori, i nostri degustatori, e la loro squadra, il vitigno autoctono:

Potrebbero interessarti anche...

Lascia il tuo commento

Vai alla barra degli strumenti