Italia Foodball Club TG – 23 aprile 2018

LA CUCINA DEL LAZIO HA RADICI RURALI E CONTADINE
Nei piatti tipici della cucina del Lazio si legge una storia tutta popolare. Porzioni abbondanti e cariche di energia, spesso a base di prodotti della terra, in grado di dare forza ai contadini impegnati nel duro lavoro dei campi.

IL PATE’ DI LARDO E’ TIPICO DELLA RIVIERA LIGURE
Il lardo è un grasso animale che in passato ha rappresentato un sostitutivo dell’olio per le persone meno abbienti. A Sassello, in provincia di Savona, ha trovato il suo riscatto diventando celebre tanto da essere inserito nell’Elenco Nazionale dei Prodotti Agroalimentari Tradizionali.

IL MILAN, SQUADRA DI DIAVOLI CHE INCUTONO PAURA
Il britannico Alfred Edwards vive a Milano e alla Fischetteria Toscana di Via Berchet propone la costituzione di una squadra di calcio. Un’idea accolta con un brindisi dai suoi connazionali dell’American Bar, ai quali Padellottsi uniscono i milanesi della birreria Spaten. Un mese più tardi, il 15 gennaio 1900, la presentazione del Milan Cricket and Football Club; presidente è proprio Alfred Edwards.

PADELLOTTO, IL RE DELLA DOMENICA NAPOLETANA
Un tempo il pranzo della domenica era un appuntamento tradizionale per tutta la famiglia, quasi un rito, come ricorda il cuoco campano Ignazio Iaccarino che presenta il Padellotto, un piatto completo, composto da braciole, costine, polpette e salsicce cotte a fiamma lenta. Con il sugo di pomodoro si condisce la pasta, “ziti”, rigatoni o paccheri.

ZACCARDO HA VINTO L’EUROPEO UNDER 21 E IL MONDIALE 2006
Cristian Zaccardo si mette in evidenza nel torneo internazionale “Enzo Ferrari” di Maranello, dove viene notato dagli osservatori del Bologna. Comincia così una carriera che lo porta a trionfare in Germania: nel 2004 vince gli Europei Under 21 con l’Italia di Claudio Gentile e due anni più tardi il Mondiale con gli azzurri di Marcello Lippi.

Lascia il tuo commento

Vai alla barra degli strumenti