L’Amatriciana, un classico di Roma

Da Amatrice a Roma, il gusto della tradizione. A fine Ottocento anche nel Lazio si registra una pesante crisi nel settore della pastorizia e la gente è costretta ad emigrare nella capitale. I migliori osti di Roma sono originari di Amatrice tanto che con “Matriciano” si definisce una locanda che ha la cucina. Con l’arrivo del pomodoro utilizzato come variante della Gricia nasce l’Amatriciana, destinata a diventare un classico della cucina romana e laziale. Gli spaghetti sono la pasta da utilizzare e Amatrice si definisce “Città degli spaghetti”.

Lascia il tuo commento