Il pesto cantato dal poeta Virgilio

Nel periodo delle Repubbliche Marinare, a Genova si usa pestare aglio e noci per preparare una salsa chiamata “agliata”. Dovrebbe trattarsi dell’antenata del pesto, condimento tipico ligure ottenuto con pinoli, aglio e basilico, parmigiano o pecorino e olio extravergine di oliva. In una città come Genova, dove per tradizione si pensa a risparmiare, spesso sono usate le croste di formaggio e le patate (invece che la più costosa pasta).
Ne parla anche il poeta Virgilio, in un poema a lui attribuito, il “Moretum”. Titolo che deriva dal mortaio dove sono pestati formaggio ed erbe rustiche, bagnate con aceto e legate con olio.

IFC_Liguria_pesto

Lascia il tuo commento