La focaccia di Recco si fa solo nel quadrilatero ligure

Avegno, Camogli, Sori e Recco: questa è la zona che può vantare l’Indicazione Geografica Protetta per la focaccia di Recco. Tutte le altre saranno semplicemente “al formaggio”. Il disciplinare per la focaccia con la crescenza è preciso e va dagli ingredienti al tipo di forno: formaggio fresco, acqua e farina di grano tenero, olio extravergine di oliva, forno di pietra a legna. L’annuncio è stato dato a dicembre 2014. La “Fugassa co o formaggio”, che nelle campagne si trova senza problemi, è stata pensata da donna Manuelina a inizio Novecento. Nella sua osteria alla periferia di Recco la proponeva ai passanti, ai contadini e a chi andava agli stabilimenti sul mare insieme alle focaccette con formaggio a pasta molle fritte e diventate celebri non solo a livello locale.

Lascia il tuo commento