La Liguria da bere

Schiacciata tra mare e montagne la Liguria ha una scarsa vocazione agricola a causa del suo territorio ricoperto, per il 70% da foreste. La vite è comunque coltivata da secoli e con ottimi risultati. Tra i vini bianchi oltre al Vermentino, prodotto anche in Sardegna e Toscana, vanno segnalati il Pigato e la Bianchetta Genovese (entrambi prodotti con vitigni autoctoni), l’Albarola, il Lumassina, Il Rollo, il Bosco (fa parte della doc delle Cinque Terre) e il Moscato. Tra i rossi, il Vermentino a bacca rossa, la Barbera, il Ciliegiolo, il Sangiovese, la Grenaccia e l’Ormeasco (un clone del Dolcetto Piemontese) oltre al Rossese un vino di medio corpo con aromi di frutta e di spezie. La sua origine è sconosciuta anche se esistono testimonianze della sua presenza già agli inizi del XV secolo.

IFC_Vini_Liguria

Un pensiero riguardo “La Liguria da bere

Lascia il tuo commento