I vini del Lago Maggiore sono tornati a Varese

Il nuovo millennio ha ripresentato un prodotto varesino la cui storia sul Lago Maggiore si è interrotta alla fine dell’Ottocento: il vino. Le viti sono coltivate a terrazzamenti, i Ronchi (da qui il nome dei bianchi, rossi e rosati). Un sistema che risale ai tempi del cardinale Carlo Borromeo.

Lascia il tuo commento