Storia del risotto alla milanese

Valerio di Fiandra è un mastro vetraio belga che lavora alle vetrate del Duomo di Milano. Per creare degli effetti di colore unici utilizza lo zafferano. L’8 settembre del 1574, al pranzo di nozze della figlia, presenta un piatto di riso giallo, colorato con lo zafferano. Un successo che si diffonde in tutta la città, per il suo sapore particolare e per l’aspetto che richiama l’oro.

 IFC_Lombardia_risottoZafferano

Un pensiero riguardo “Storia del risotto alla milanese

Lascia il tuo commento

Vai alla barra degli strumenti