Olive ripiene: ascolano in festa

Le olive sono un frutto davvero nutriente e i legionari dell’antica Roma ne hanno sempre un pugno nelle bisacce (rappresentano spesso il loro pasto insieme a farro e focaccia). Quelle ripiene sono prodotte dai cuochi di Ascoli Piceno e Teramo e definite da Giuseppe Garibaldi “golose stimolatrici d’appetito”. Le prime farciture con erbe sono fatte risalire al 1600. Secondo gli storici locali due secoli più tardi le olive vengono riempite con un impasto a base di carne fresca di bovino. Oggi rappresentano un’abitudine sulle tavole ascolane la domenica e nei giorni di festa.

IFC_Marche

Lascia il tuo commento