Italia Foodball Club TG – 9 aprile 2018

https://www.youtube.com/watch?v=GWhc5rYONmA&feature=youtu.be

Partendo da Conegliano Veneto in direzione Valdobbiadene si attraversa quella che è definita la “culla del Prosecco”. San Pietro di Feletto, in provincia di Treviso, è il cuore della zona di produzione del vino italiano più esportato all’estero.

“Questa notte splendida darà i colori al nostro stemma: il nero e l’azzurro sullo sfondo d’oro delle stelle. Si chiamerà Internazionale, perché noi siamo fratelli del mondo”. Così il pittore Giorgio Muggiani il 9 marzo 1908 annuncia la nascita del Foot-Ball Club Internazionale.

Il pomodoro Pera d’Abruzzo è grande e contiene pochi semi. Costituito da polpa abbondante, è l’ideale per preparare le passate ed è chiamato “buttja”, in dialetto il termine con cui si indica la bottiglia.

Il vitigno Zibibbo è conosciuto anche come Moscato d’Alessandria. Il nome deriva dall’arabo, “Zabib” che significa uvetta passita. Sono stati i Fenici a introdurre sull’isola di Pantelleria, in provincia di Trapani, a introdurre l’uva la cui coltivazione tipica ad alberello ha fatto ottenere dall’UNESCO il riconoscimento di patrimonio immateriale dell’umanità

Massimo Oddo è figlio di Francesco, ex calciatore e allenatore di B con qualche panchina in A. Terzino dal “piede buono” su calcio piazzato, Oddo ha vinto una Coppa Italia con la Lazio, prima di andare al Milan e conquistare Scudetto, Champions e coppa del mondo per club. Ma soprattutto ha fatto parte dell’Italia campione del mondo in Germania nel 2006.

Lascia il tuo commento

Vai alla barra degli strumenti