Storia del calcio in Sardegna

Il calcio in Sardegna si riassume in una sola parola: Cagliari. E’ l’unica città dell’isola ad avere mai ospitato partite di serie A e nel 1970 festeggia anche lo scudetto. Anno 1902, una nave a vapore approda nel porto di Cagliari. A bordo ci sono diversi marinai genovesi che mettono insieme una squadra di calcio e sul campo di Piazza d’armi, con le porte delimitate da alberi, sfidano e battono un gruppo di studenti cittadini.

E’ l’inizio di una serie di gare fra gruppi di appassionati che il 30 maggio 1920 sono messi insieme dal chirurgo Gaetano Fichera nel Cagliari Football Club. Con l’acquisto dell’attaccante Gigi Riva (è campione europeo nel 1968 con la Nazionale italiana e vice-campione del mondo nel 1970, detentore del record di reti azzurre, 35 tutte in gare ufficiali), la squadra è pronta per il grande salto. Il 21 giugno 1964 la vittoria casalinga con la Pro Patria vale la prima serie A. Il 12 aprile 1970 Riva e Sergio Gori decidono la vittoria sul Bari che vale la certezza matematica dello scudetto con due giornate di anticipo sul termine della stagione.

 IFC_CALCIO_SARDEGNA

Lascia il tuo commento