Sui Colli Euganei da secoli si coltivano ulivi

Nell’area protetta dei Colli Euganei non si trovano solo vigneti. All’epoca pre-romana risalgono antichi segnali di coltivazione dell’ulivo. Lo scrittore romano in lingua greca Claudio Eliano nella sua opera “Historia varia” racconta che sui Colli Euganei nel IV secolo si preparavano delle focacce di farina condite con olio di oliva e mele. Gli ulivi fanno parte del paesaggio e danno origine a un olio extra vergine dal profumo fruttato, dal colore verde-oro, dal gusto delicatamente amaro. Le coltivazioni autoctone sono quattro: Marzemina, Matosso, Rasara e Rondella.

Lascia il tuo commento

Vai alla barra degli strumenti