Italia Foodball Club debutta a teatro

Italia Foodball Club debutta a teatro: il Made in Italy diventa uno spettacolo. Sport, tradizione, enogastronomia tra storia e futuro proposti sul palco in maniera originale da Vito Romaniello. Oltre milleduecento studenti varesini nella giornata del debutto.

L’eurodeputata Lara Comi: “Quando parlate con amici stranieri proponete loro di venire in Italia e di mangiare italiano”.

Luca Mastrorilli, giornalista di Sky Sport: “Il talento purtroppo non basta. Bisogna trovarsi al posto giusto nel momento giusto. Lavorare a stretto con Del Piero, Ambrosini, Costacurta… non esiste una ricetta per arrivare qui. Ma quando sai che quella è la tua strada non bisogna mai fermarsi”.

Coldiretti sul palco di Varese con Enrico Montonati (giovani Varese) e Paolo Voltini (vicepresidente Lombardia): “Il futuro vero è nel territorio e nel valorizzare la sua agricoltura. La vera bellezza sta nelle nostre diversità”.

Manuel Rossi, dirigente della Whirlpool: “A Varese si fanno frigoriferi, forni, microonde per tutta Europa. Quindi noi siamo orgogliosi di portare il nostro territorio in ogni casa del mondo. Orgoglio e ingegno erano importanti allora e sono ancora oggi il segreto del successo”.

Marco Colombo, CEO del Salumificio Colombo: “Portiamo avanti la tradizione del territorio e della famiglia. Mentre parliamo vedremo Pino creare il Salame Prealpino Varesino. L’orgoglio di tramandare l’arte di padre in figlio”.

Claudio Moroni, fiduciario provinciale della condotta Slow Food: “Cerchiamo di educare al cibo buono, pulito e giusto. Mangiamo tutti i giorni tre volte al giorno: il cibo non è merce, non bisogna guardare al prezzo ma alla qualità”.

Il saluto dell’allenatore Beppe Sannino e lo spettacolo di pizza acrobatica dell’undici volte campione del mondo Leo Coppola sul palco di Varese.

Gabriele Ciavarrella, presidente di LIFE Group: “Il vero Made in Italy siamo noi. Ognuno di noi deve rappresentarlo con le nostre idee, i nostri valori, il nostro orgoglio. In Cina ho portato il nostro saper fare”.

Lascia il tuo commento

Vai alla barra degli strumenti