PODCAST – Fabio Cannavaro, dai vicoli di Napoli al tetto del mondo

Nel quartiere di Fuorigrotta, a Napoli, si trova lo stadio Diego Armando Maradona e nel rione La Loggetta nasce il futuro Pallone d’oro Fabio Cannavaro. Tra una fetta di pizza e un piatto di pasta tira calci al pallone.

L’arte del pizzaiuolo napoletano nel 2017 è riconosciuta patrimonio dell’Umanità. La pizza napoletana è tonda, sottile e morbida, con i bordi alti che formano il tipico “cornicione”. Una delle famiglie storiche della pizza napoletana è Sorbillo, la cui tradizione parte nel 1935, dal locale ai Decumani, nel cuore del centro storico cittadino.

Il quartiere di Fuorigrotta è il più popolato di Napoli e deve il nome alla sua posizione “al di fuori della grotta”, che sin dall’epoca romana collega alla città. Qui, nel Rione La Loggetta, nasce Fabio Cannavaro. Ragazzino appassionato di calcio, che papà Pasquale accompagna al campo di Bagnoli quando gioca nell’Italsider, squadra del grande stabilimento siderurgico. Sono gli anni del Napoli più forte della storia e per assistere da vicino alle prodezze di Diego Armando Maradona fa il raccattapalle allo Stadio San Paolo, anche in occasione del Mondiale di Italia 90.