SPAGNA 1982: Bergomi, diciottenne da “leccarsi i baffi”

5 luglio 1982. Sei seduto in panchina nella partita fra la tua Italia e lo stellare Brasile. Collovati si è fatto male, l’allenatore Bearzot ti guarda e dice che devi andare in campo. Hai il compito di fermare l’attaccante Serginho. Diciotto anni, ti sei fatto crescere i baffi per sembrare più grande… Beppe Bergomi, “lo zio”, diventa il più giovane azzurro a partecipare a un Mondiale, il secondo in assoluto dietro Pelè.