PODCAST – Bruscolotti e la grande serie B con il Sorrento

Ha 19 anni quando il Sorrento lo preleva dalla Pollese e l’allenatore Giancarlo Vitali lo fa esordire in serie C. Diventa subito titolare alla prima stagione da professionista ed è uno dei protagonisti della storica promozione rossonera in B. Giuseppe Bruscolotti fra i cadetti non manca una partita, è sempre presente in tutte le 38 giornate di campionato e viene acquistato dal Napoli.

Sirenide, sembra che in antichità la zona di Sorrento fosse chiamata così per la credenza popolare secondo la quale qui vivessero creature leggendarie: le sirene. La leggenda attribuisce ai greci la fondazione di Sorrento, ma i primi abitanti stanziali sono stati gli italici, popolo dell’Italia antica, quella che precede l’ascesa di Roma. La passione per il Milan del dirigente Ugo De Angelis determina i colori sociale della squadra di calcio di Sorrento: il rosso (con il bianco presente nello stemma comunale) e il nero. Nel 1971 da queste parti si festeggia lo storico salto in serie B.

Il gusto di Sorrento conquista tanti calciatori e non solo quelli che qui hanno giocato. Tanti campioni della vicina Napoli sono passati e continuano a farlo, anche per gustare tipicità uniche. Come le Delizie, dolci che esaltano il Limone di Sorrento IGP, la cui storia si fa risalire ai tempi degli antichi Romani. Il pasticciere Antonio Cafiero è conosciuto ovunque.